Kaizen Tower – Lanificio Mario Bellucci

Urban Art

Kaizen Tower è un intervento di riqualificazione urbana che vede protagonista una centralina Enel all’angolo tra via Ferraris e via De Sanctis di Prato. Il progetto, nato dalla volontà del Lanificio Mario Bellucci, dove si trova la torretta, è stato interamente curato dal Collettivo, dalla selezione degli artisti e delle opere fino alla supervisione prima e durante la realizzazione dei murales. Le quattro pareti della vecchia centralina, alta circa dodici metri, si inseriscono nello skyline urbano, con la volontà di valorizzarlo e al contempo di farsi manifesto dei valori chiave dell’azienda. 
Il Lanificio Bellucci, una delle più antiche aziende tessili del territorio, ha infatti deciso di rappresentare il tema cardine del suo operato aziendale: la sostenibilità ambientale. 
Il nome scelto, Kaizen, è un concetto della cultura giapponese che allude ad una rinascita ottenuta mediante un continuo processo di crescita. Migliorare continuamente attraverso il piccolo contributo di ognuno: un vero e proprio mantra per l’azienda.

Ogni artista ha rappresentato un sottotema diverso secondo la propria sensibilità e il proprio stile. La palette scelta richiama i colori che le Nazioni Unite impiegano nella rappresentazione grafica dei Sdgs, gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile.

Rame 13 – Tess
L’artwork raffigura Tess, una Madre Natura che tesse gentilmente i fili del mondo. Temi chiave del murales sono quelli dell’artigianato e del lavoro manuale, radicati profondamente nel distretto tessile pratese.
Altri riferimenti chiave sono quelli della sostenibilità produttiva e dell’ economia circolare, questioni molto importanti per il Lanificio, che attraverso questa opera ribadisce il suo impegno nei confronti di un futuro più sostenibile.

Alect – Flusso Naturale
Due mani che si stringono circondate da flussi energetici, uno blu, l’acqua e uno verde, la natura. Ecco come Alect ha rappresentato lo stretto rapporto che sussiste tra uomo e natura. Un artwork che vuole sottolineare l’attenzione dell’azienda nei confronti dell’uso consapevole della risorsa idrica durante il processo produttivo.
L’elemento delle pecore rappresenta invece la materia prima che è il cuore pulsante dell’azienda: la lana.

Urto – Maior Minor Cessat
Dove vi è il maggiore, il minore decade, questo il significato della locuzione latina che da il titolo all’opera di Urto. 
L’uomo che sovrasta e domina le altre speci animali, qui diventa il protettore del Mare e della Natura.  Un enorme personaggio sorridente, dai capelli rappresentati come foglie occupa l’intera parete, sopra la sua testa alcuni pesci nuotano tranquilli, un riferimento alle cosiddette fashion victims che vuole simboleggiare l’impegno attuale dell’umanità nei confronti della Sostenibilità Ambientale.

Mr. G –L’arrampicata sociale floreale
L’artwork di Mr. G è forse quello che incarna meglio il concetto di Kaizen riuscendo a rappresentare quel movimento di lenta ma continua crescita tipica sia delle piante che della filosofia giapponese. Attraverso l’uso di forme geometriche, campiture piene ed elementi astratti , l’artista riesce a trasmettere un forte impatto visivo. Particolare enfasi è qui posta sull’importanza della dimensione sociale nella questione ambientale, rappresentanta da un uomo che vive in simbiosi con la Natura intrecciandosi letteralmente con essa.

Il progetto, interamente curato da Elisa Basilissi e Irene Manetti, è stato documentato dal videomaker Guillermo Cajerball.

Partner strategici: Pratonologgi e Colortecnica Store.

Back To Top